SCUOLA

ASSISTENTE ALLA COMUNICAZIONE

La sua funzione è quella di facilitare lo scambio relazionale basato sulla comunicazione con insegnanti compagni e contesto sociale quale è inserito lo studente o la studentessa. La necessità dell’Assistente di comunicazione è valutata dall’unità multidisciplinare deputata all’integrazione scolastica durante la stesura del profilo descrittivo di funzionamento secondo i criteri ICFYC dell’OMS (d. lgs. 66/2017 art. 5) sentito il parere dei genitori e di un rappresentante della scuola frequentata dallo studente disabile.
Il Dirigente scolastico richiederà all’ente pubblico del territorio di provvedere a fornire la figura professionale dell’assistente alla comunicazione che assume ruolo più specifico e complementare alle competenze dell’insegnante di sostegno.
Tale figura adotta un approccio orientato allo sviluppo umano, relazionale, all'inclusione nel tessuto sociale della scuola e della classe.